trattamenti specifici per pavimentazioni in resina

I tipi di rivestimenti e le finiture variano a seconda dell’ambiente. Esistono molteplici soluzioni oltre e le resine per pavimentazioni. che consentono di creare rivestimenti in finta pietra e in marmo per interni, esterni, muri, pareti e bagni.

La resina è un ottimo materiale per rivestire pareti, bagni, mobili e strutture. La resistenza all’usara e lunga durata dei rivestimenti in resina permettono l’aplicazione in vari settori.  E’ possibile rivestire saune, piscine e palestre, bagni, cucine, yatch e barche, pannelli decorativi, interni e mobili.

Le resine che interessano il settore edile si dividono in monocomponenti e composite (bicomponenti o tricomponenti).

Con le prime si eseguono rivestimenti a film: idropitture, plastici, colle, guaine fluide, ecc. Con le resine composite si realizzano rivestimenti a spessore (autolivellanti e malte sintetiche o resino/cementizie) impiegati in pavimenti, pareti e coperture. Le resine composite si integrano con sostanze che è indispensabile miscelare al momento dell’uso.

Sul mercato sono reperibili una serie di prodotti a base di resine fluide composite idrodiluibili e idrocompatibili, che mantengono i livelli prestazionali e protettivi tipici delle normali resine sintetiche e nello stesso tempo presentano una semplicità applicativa paragonabile a quella delle più comuni idropitture.